Adozioni e genealogia familiare

Adozione200Sxc146097_5805Sempre più coppie scelgono di adottare un bambino, un po’ perchè mosse da compassione, un po’ perchè non possono avere un figlio naturale. In alcuni Paesi è veramente complesso adottare un bambino a causa di una burocrazia statolatrica che non facilita questo processo volto dall’amore. Inoltre un altro problema rischia di attanagliare i figli “adottati”. Cedere un figlio è un atto che può essere anonimo, e la legge garantisce l’anonimato. Anche se è raro, può portare a dei problemi non da poco. In Inghilterra una coppia di coniugi ha scoperto di essere legata oltre che da legami affettivi e di esperienze simili (entrambi adottati) anche da parentela: sono fratello e sorella. Separati alla nascita e dati in adozione, cresciuti quindi all’oscuro l’uno dell’altra. La scoperta è  giunta dopo il matrimonio, che è stato annullato ufficialmente. Il caso è giunto all’orecchio dei media, e adesso un deputato inglese si sta battendo perché  persone date in adozione possano risalire alle loro origini. E’ certo che bisogna ripensare una legge internazionale che tuteli i figli adottati. In Italia l’Ufficio del Garante ha affrontato il caso di una donna che si era rivolta all’Autorità chiedendo di conoscere l’identità dei genitori naturali e le difficoltà incontrate. La donna aveva intrapreso ricerche per identificare i genitori, terminate col rifiuto dell’ospedale nel rilasciare copia del certificato di assistenza al parto.
L’Ufficio del Garante ha ricordato che la legge n. 183 del 1984 disciplina l’adozione e l’affidamento dei minori, e stabilisce che l’ufficiale di stato civile e l’ufficiale di anagrafe devono rifiutarsi di fornire notizie dai quali possa comunque risultare il rapporto di adozione, salvo autorizzazione espressa dell’autorità giudiziaria. Al momento l’unica possibilità consiste, quando si hanno determinati presentimenti, affidarsi all’esame del DNA (che alcuni istituti privati offrono a meno di 150 euro) attraverso il prelievo di un campione di cellule dal figlio, dal presunto fratello, o dal genitore  e possibilmente dalla madre. Le cellule più usate sono quelle del sangue o della saliva.

Lucia Trefiletti.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...