L’insonnia come causa dell’Alzheimer

alzStiamo calmi, e dormiamo! Secondo alcuni studi in corso, pare che l’alzheimer sarebbe causato/favorito dallo stress e dalla mancanza di sonno. Ne parliamo con il medico Angela Scibetta, che da anni porta avanti lo studio in questo campo, con interesse anche da parte di specialisti da tutto il mondo.

Dott.ssa Scibetta, perchè lo stress e il poco riposo sarebbero una causa primaria per l’alzheimer?

Angela Scibetta: Premessa..vediamo un po’ se riusciamo a capire cosa è l’uomo o meglio la razza umana; a livello evolutivo questa specie continua a subire trasformazioni, sia da elementi artificiali sia naturali, ritornerò dopo su quelli artificiali in quanto è la risposta alla vostra prima domanda.
Le Trasformazioni naturale sono: La maggiore facilità di miscelare varie razze sta creando più possibilità di strutturare dei corpi più resistenti e nel contempo una scatola cranica lievemente più ampia nel tratto frontale, questo a livello intellettivo darà più possibilità di osservazione con la conseguenza che possiamo adattarci ai vari ambienti della vita terrestre.
Trasformazioni artificiali: la diffusione della cultura, la corrente elettrica e farmaci.
Dagli Assiri in poi ogni scoperta poteva essere trasmessa alle altre generazioni grazie alla scrittura, quindi ogni scoperta aveva la possibilità di essere migliorata e diffusa con più facilità.

Adesso per chiarire cosa è lo stress e cosa è l’alzheimer dobbiamo obbligatoriamente addentrarci prima sulla fisiologia cellulare dell’uomo, e poi sulla parte antropologica; alza tralascio vari dettagli di chi l’ha scoperto ed elencherò solo dati scientificamente dimostrati; ogni cellula nella sua membrana contiene dei canali del calcio in forma ionica, cioè con 2 protoni liberi, questi canali partecipano a vari scambi tra l’esterno e l’interno, quindi tutte le cellule compresi i neuroni sono canali calcio dipendenti, nel tratto celebrale del pre-frontale e frontale avviene l’elaborazione del pensiero cosciente-relazionale, le cellule per vivere hanno necessità di ossigeno e producono come prodotto di scarto anidrite carbonica infine tra due cellule c è uno spazio dove troviamo l’acqua.
angelaAvendo in chiaro questi 4 dati cerchiamo di capire cosa è lo stress, in una condizione di iperattività cellulare esempio corsa per le cellule muscolari o ansia per le cellule neuronali come prodotto di scarto oltre alla anidrite carbonica si formano i così detti radicali liberi, c è ne sono di vari abbiamo il perossido di idrogeno, l’acido carbonico, questi sono sostante reagenti ed instabili a causa sempre di protoni liberi o neutroni, quando vanno in accumulo si crea uno stato di acidosi(ecco perché i cibi alcalini fanno bene) e le cellule vengono danneggiate, possono attaccare la membrana cellulare come il nucleo, tutto dipende dalla quantità prodotta e il distretto, nella zona dello spazio extra cellulare troviamo di più il hco3 ovvero acido carbonico che ha ben 3 elettroni liberi, avete idea di cosa succede se un elettrone incontra un protone? Si chiama legge dell’attrazione in natura avviene questo

CA+++ HCO-3 > CACO3 ovvero calcare
Ebbene stesse identiche condizioni li troviamo anche nelle cellule e sopratutto nei neuroni perché non posso applicare la stessa legge biologica? comunque c è differenza con le microcalcificazioni visibili che spesso troviamo nel cervello, stessa reazione chimica ma per motivi diversi, quindi se il pensiero è una trasmissione eletrobiochimica se una membrana diventa più rigida come fa a trasmettere? mi riferisco ovviamente alla membrana extracellulare.
A questo punto nasce spontanea la domanda pensare fa male perché crea troppo stress?


Adesso bisogna capire cosa è lo stress eutocico e lo stress dannoso dobbiamo vedere capire le cellule nel loro insieme ovvero la struttura corporea e la funzione del cervello, questo organo ha il comando dello sviluppo e della crescita e predispone il corpo a sopravvivere segue dei cicli chiamati circardiani in quanto sono regolati dalla rotazione della terra intorno al sole e dall alternarsi tra l’introduzione di fonti alimentari e il loro consumo; prima della scoperta della corrente elettrica il buio regolava l’insorgere del sonno e il sole l’attività lavorativa, l’intero corpo allo stress estivo andava quasi in quiete nella stagione invernale, in termini chimici l’ ACTH ormone dello stress (del lavoro)raggiungeva il suo picco massimo la mattina verso le 7 e il suo picco minimo intorno alle 9 di sera, dopo di che la stanchezza fisica e mentale attivava tutte le azione per mettere le cellule al minimo consumo di ossigeno, quindi meno scambi intra-extra cellulari, meno produzione di radicali liberi e più possibilità ai macrofagi e antiossidanti di ripulire gli ambienti, in termini ecologici diciamo meno accumulo di spazzatura, ebbene la corrente elettrica sta sconvolgendo tutti i cicli corporei, si sta fino a notte fonda a leggere, guardare tv, interne e chi più ne ha più ne metta, il sonno è una perdita di tempo.
Sia in inverso sia in estate un continuo lavoro mentale e fisico, in questi periodi si dorme più per crolli che per fisiologia; in assurdo la stessa corrente elettrica che ci crea stress ci ha permesso di creare macchinari capaci di fabbricare farmaci in quantità elevate ( tralascio i dettagli sui ricercatori) quindi antibiotici, insulina, tiroxina e la linea cardiovascolare ed ecco che la generazione che ha superato la seconda guerra mondiale la troviamo tra noi in crescita esponenziale, non tutti sono coscienti ma molti anziani a 90 anni son capaci ancora di autogestirsi, l’alzheimer è la perdita della capacità di sopravvivere causa perdita della capacità di adattamento, siamo noi che li manteniamo in vita un terzo stadio della demenza significa incapacità di procurarsi cibo e acqua.
A livello antropologico l’aumento della età (dovuta a l’introduzione di molti farmaci) e quindi un cervello costretto a lavorare in condizioni continue con carenza di sonno purtroppo faranno si che la demenza sarà una patologia in crescita.
La statistica attualmente non è semplice da creare in quanto è dagli anni 40 che la corrente elettrica ha iniziato a dominare le zone industrializzate, e quella è la generazione di gente sopravvissuta a carestia e guerra nonchè a patologie batteriche mortali, esempio polmoniti o morbillo siamo noi 50 a statistica futura con cui ci si potrà paragonare.
Galilei una volta affermava che era la terra a girare intorno al sole ma solo Copernico dimostro tutti i dati indiretti che aveva Galilei, se venisse dimostrato che la rigidità della membrana deriva dal carbonato di calcio molte terapie per i processi degenerativi celebrali subirebbero modifiche e forse potremmo rallentare l’espansione di tale malattia; vecchietti 100 anni arzilli e lucidi.
Ho cercato di riassumere 10 anni di raccolti dati spero di avervi dato qualche chiarimento se avete altre domande sono lieta di rispondere c è un mondo fantastico a livelli biochimico e la formazione dello stato di coscienza.

Angela Scibetta

——————————————————————————–

scibetta

La dott.ssa Angela Scibetta ha studiato medicina e chirurgia presso l’Università degli Studi di catania, specializzandosi in psicoterapia strategica e ipnosi. E’ medico condotto, psicologa e psicoterapeuta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...