Religione – Commissione d’inchiesta papale: tre arresti in Vaticano.

nunzio scarano vescovoIl 26 giugno Papa Francesco I al secolo Jorge Bergoglio ha annunciato l’istituzione di una commissione d’inchiesta sulle attività dello IOR, presieduta dal salesiano Raffaele Farina, e ci sarebbero già tre arresti in corso:  la guardia di finanza italiana ha arrestato Mons. Nunzio Scarano, Giovanni Maria Zito, sottoufficiale dei Carabinieri  espulso dall’Aisi, e il broker Giovanni Carenzio. Sono accusati di truffa e corruzione in un’indagine della procura di Roma sull’Istituto delle Opere di Religione. L’alto prelato era responsabile fino a ieri del servizio di contabilità dell’Amministrazione del patrimonio della sede apostolica (Apsa), ma secondo i primi rilievi si sarebbe accordato con il funzionario dei servizi segreti italiani, pagato 400.000 euro, per il rientro dalla Svizzera 20 milioni di euro in contanti su di un aereo privato. Mons. Scarano è sacerdote dal 1987, e prima del sacerdozio è stato funzionario di banca. servizi-segreti-172806Iscritto anche nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Salerno (città nella quale è stato Vescovo) con l’accusa di riciclaggio in un’inchiesta su presunte donazioni, ritenute fittizie dall’accusa, e difeso dall’avvocato Silverio Sica, il prelato è stato arrestato il 28 giugno 2013  con l’accusa di corruzione, truffa e calunnia in una indagine sulla banca vaticana. iorIl presule, soprannominato “monsignor 500” perchè proponeva agli imprenditori amici di scambiare blocchi di dieci-venti banconote da 500 con assegni circolari da 5mila-10mila euro, è molto stimato dai VIP e nell’ambiente del jet set, vive a Roma nella Domus Internationalis Paulus VI, in via della Scrofa, nei pressi di Piazza Navona. Naturalmente tutti sono innocenti, fino a prova contraria, e le indagini sono in corso. Intervistato dal quotidiano La Città di Salerno, Mons. Scarano si è difeso così: “Io non ho rubato niente e non ho mai riciclato denaro sporco. La mia ex commercialista mi ha consigliato malissimo. Quel denaro era tutto pulito”.

Roberto Lanfranchi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...