Condannato Efraín Ríos Montt, golpista guatemaltenco

vecchioEfraín Ríos Montt è stato condannato a 80 anni di carcere. L’ergastolo, data la sua età. Non sono servete a nulla le pressioni militari, politiche e plutocratiche che, il 19 aprile 2013 avevano fatto sospendere il giudizio all’ex dittatore del Guatemala dalla Corte Costituzionale. Il tribunale di massima sicurezza ha deciso la ripresa del processo, e questo 11 maggio è stato condannato definitivamente. Nato il 16 giugno 1926, Efraín Ríos Montt. E’ stato il primo dittatore nella storia ad essere riconosciuto di crimini contro i diritti umani (ha ordinato la soppressione 1.771 indigeni) direttamente in patria. Dopo il suo golpe, inoltre, seguirono stupri e torture. Venne eletto presidente nel 1974, ma deposto dai militari comandati da Kjell Eugenio Laugerud García. Tornò al potere nel 1982 grazie ad un colpo di Stato (golpe militare) ed per vendetta abolì tutti i partiti. Nel 1983 fu nuovamente deposto da un ennesimo golpe guidato dall’ex ministro della difesa, il generale Oscar Humberto Mejìa Victores, che indisse per il 1º luglio 1984 le elezioni politiche. Nell’ottobre 1990 la Corte Costituzionale escluse la sua candidatura, ma al secondo turno delle elezioni, tenutosi nel 1991, il vincitore fu uno dei suoi uomini, Jorge Serrano Elìas del Movimento per l’azione e la solidarietà (MAS), deposto nel 1993 dopo aver tentato di sciogliere il Parlamento e la corte suprema. Nel 1994 il Fronte repubblicano di Rìos Montt vinse le elezioni politiche e nel gennaio 1995 il generale fu eletto presidente del Parlamento. efrain_rios_montt_uniformLe presidenziali del 1996 decretarono la vittoria di Alvaro Arzù, dal momento che la candidatura di Rìos Montt era stata impedita in quanto ex-golpista, e anche il suo prestanome, Portillo, era stato sconfitto. Furono anni tirbolenti per il Guatemala, in particolare quelli in cui il “presidentissimo” Montt soppresse i dissidenti ferocemente, attuando misure drastiche in cui rientrarono anche le minoranze etniche, prima tra tutte il “popolo” Maya, ora comunità etnica.Montt rientra nella categoria dei dittatori ormai deposti, dai popoli liberi e dalla storia, assieme ai suoi “colleghi”. Ma non tutti:

Il dittatore cileno Augusto Pinochet nel 1988 fu più accorto, chiedendo un plebiscito nel quale vinsero i favorevoli alla democrazia e vennero indette libere elezioni. Lo stesso dittatore morì da “uomo libero” a casa sua. Francosco Franco, il dittatore spagnolo che nel 1939 prese il potere e poco prima del ’69 nominò suo siccessore un membro della famiglia reale, e morì, ancora al potere, nel 1975.

Josè Maria de Portillo.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...