Omaggio a Margaret

margaret-thatcher “Se fai la cosa giusta, il popolo non lo capirà oggi ma ti ringrazierà per generazioni”. Il grande insegnamento etico-politico che trasuda dall’azione decisionista della vita politica di Margaret Thatcher, scomparsa lo scorso 8 aprile all’età di 87 anni, al termine di una lunga malattia. La storia la ricorda come “Iron Lady”, la Signora di Ferro, per la decisione della sua premiership e per la durezza delle sue decisioni, in economia come in politica estera, per superare il declino economico in cui si era avviato il Regno Unito da qualche decennio e per restituire al Paese un importante ruolo nel panorama internazionale. Durante il suo primo mandato, dal 1979 al 1983, lady Thatcher incrementò il tasso d’interesse per ridurre l’inflazione ed aumentò l’IVA, preferendo la tassazione indiretta a quella diretta, interventi che colpirono soprattutto l’industria manifatturiera e la disoccupazione finì per raddoppiare in poco più di un anno, e nel 1982 l’inflazione tornò a livelli accettabili e il tasso d’interesse fu abbassato. Sebbene la crescita economica avesse tratto giovamento da questi interventi, la disoccupazione aumentò di quattro volte.

 

Nel 1981 il Primo Ministro inglese non cedette nemmeno di fronte a un gruppo di appartenenti all’IRA, in sciopero della fame per riottenere lo status di prigionieri politici cancellato dal precedente governo. Nel 1982, ecco la guerra delle Falklands, scaturita dall’occupazione argentina dell’arcipelago. Nonostante le isole non fossero un obiettivo particolarmente sensibile per l’Inghilterra, la Thatcher “per principio” ci inviò una task force navale e in breve si riprese le isole, accompagnata dall’ondata di rinato patriottismo nel Regno Unito e alla rinnovata ascesa dell’economia inglese. Il Primo Ministro però non dura al suo secondo mandato, a causa della sua linea troppo intransigente anche con i suoi stessi compagni di partito. Dopo le dimissioni, la Signora di ferro si ritira a vita privata.

Danilo Campanella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...