La Cina: un modello valido per l’occidente?

cinaIn Cina le donne sono tenute ad avere un solo bambino, meglio se maschio, a causa delle politiche del Governo comunista intento a controllare l’esubero demografico per una migliore distribuzione delle risorse. Entro il 2020 il numero delle donne cinesi sarà tra i 30 e i 40 milioni inferiore a quello dei connazionali maschi della Repubblica Popolare. In Cina si è assistiti a misure di ogni genere, come la crescita del numero delle spose bambine, il metodo dei “matrimoni fantasma”, per cui i cadaveri di donne vengono riesumati e risotterrati vicino a scapoli defunti (così che si possano sposare nell’aldilà). La Commissione Nazionale per la Popolazione e la Famiglia è un ente molto potente in Cina. I funzionari incaricati sono presenti direttamente all’interno degli ospedali e delle cliniche, cosa che scoraggia le donne senza un permesso di parto ad andare in ospedale.

Il traffico dei bambini, l’ infanticidio, il femminicidio, l’abbandono infantile e l’aborto forzato sono solo alcuni dei problemi che la Cina moderna si ostina a non considerare come tali. Il 2009 è stato diffuso il dato per cui il 56 percento dei suicidi femminili al mondo avrebbe come vittime donne cinesi.

In Cina  la maggioranza delle donne ha subito più di un aborto. La contraccezione non è diffusa nelle zone rurali perché, in effetti, il governo ottiene molti più soldi quando le famiglie hanno più figli e devono pagare multe. Oppure il governo esegue l’aborto e ogni tanto fa pagare alla donna una tassa per l’operazione e per la rimozione dei resti del feto.

I controlli ginecologici periodici per le donne delle campagne, inoltre, sono invasivi e, spesso, non volontari.

Alla luce di certe realtà e considerazioni, dovremmo chiederci se i nostri governi e sindacati facciano bene a domandarsi se noi non dovremmo fare uno sforzo maggiore per avvicinarci a un modello economico che fattura molto più del nostro.

Olga Milliotti.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...