Conosciamo un filomate: Alessandro Bertirotti

alessandro_bertirottiAlessandro Bertirotti è nato nel 1964. E’ oggi uno dei massimi esperti di filosofia della mente. Si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio Statale di Musica di Pescara e laureato in Pedagogia presso l’Università degli Studi di Firenze. È docente di Psicologia Generale presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Genova e Visiting Professor di Antropologia della mente presso la Scuola di specializzazione in Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva, dell’Università Campus Bio-Medico di Roma. Nell’aprile 2009, ha tenuto un ciclo di lezioni durante il Terzo Congresso Internazionale di Psicologia, presso il Centro Universitario de Ixtlahuaca (CUI), in Mexico, sul tema della costruzione dell’etica nell’umanità. È socio fondatore e vice presidente della ANILDA (Associazione Nazionale per l’Inserimento Lavorativo e l’emancipazione dei Diversamente Abili –www.anilda.org) con sede a Milano. Fa parte di Comitato Scientifico dell’Associazione Filomati, e di quello del Centro Studi Internazionale Arkegos di Roma. E’ membro dell’International Institute for the Study of Man di Firenze, dell’A.I.S.A. (Associazione Interdisciplinare di Scienze Antropo-logiche) e della Società di Antropologia ed Etnologia di Firenze. È direttore scientifico della collana Antropologia e Scienze cognitive per la Bonanno Edizioni, e membro della Direzione scientifica della Rivista scientifica on-line http://www.neuroscienze.net. Ha ultimamente pubblicato, 2011, La mente ama. Per capire ciò che siamo con gli affetti e la propria storia, Il Pozzo di Micene Edizioni, Firenze; 2011, Lontano da noi. La sacralità inumana della specie Homo Sapiens sapiens, in Stella S.M., (a cura di)Conversazioni sul Sacro. Archetipo e metamorfosi, Tipheret Edizioni, Acireale-Roma. pgg. 71-89; 2009, L’anima cerebrale, Bonanno Editore, Acireale-Roma; Amare per conoscere, 2009, in Strollo M.R., Capobianco R., (a cura di) Il ruolo della musica nella formazione dell’indentità individuale e sociale,  Pensa Multimedia Editore, Lecce; nel 2007, con Maria Rosaria Strollo, 2007, Traghettare il pensiero. La musica come “variabile Caronte”: Contributi pedagogici e sociologici, Franco Angeli Editore, Milano. L’antropologia della mente è una disciplina relativamente giovane nel nostro Paese. Alessandro Bertirotti ne è uno dei pochi esponenti, se non l’unico, sia nel panorama intellettuale nazionale ed internazionale, che in riferimento al mondo accademico. Il suo fondatore è riconoscibile nel prof. Gavino Musio, di cui Alessandro Bertirotti è allievo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...